Archivi del mese: agosto 2012

ebook reader quanto mi costi, prendiamo i lettori PRS Sony

A settembre 2012 Euronics se acquisti il Sony PRS-T2 ti regala la custodia

Un Sony PRS-T2 nella cassetta delle lettere? In questi giorni stanno distribuendo un volantino della catena di negozi Euronics con le offerte valide fino a metà settembre, in prima pagina oltre a un televisore e un pc portatile c’è anche l’ultimo lettore di libri elettronici commercializzato da Sony, erede del PRS-T1. Perché ve lo mostro nell’immagine qui sopra? Perché contiene degli spunti interessanti di riflessione, come già segnalato sul forum di Simplicissimus.

Intanto il prezzo italiano dell’ereader che non viene venduto a 158,99 € come sul sito ufficiale Sony ma a 159 €; in cosa consiste allora lo sconto del 15,9%? Probabilmente alla custodia inclusa – come chiunque abbia comprato un lettore sa, un accessorio indispensabile – che sul mercato costa tra i 19,95 e i 35€ a seconda del produttore. Tanti commentatori hanno sottolineato quanto sia strana la politica dei prezzi di Sony che rispetto ai concorrenti (modello equivalente) costa circa trenta euro in più.

Come scritto ad esempio su ebookReaderItalia.com il Sony PRS-T2 a leggere le prime recensioni – io vi raccomando tra le tante quella uscita su Engadget a firma di Brian Heater, la trovate cliccando qui, certo che lui negli States può acquistarlo a 129$ – è un buon lettore ma, a pochi giorni dall’annuncio di nuovi Kindle da parte di Amazon e di un “autunno caldo” sul fronte degli ereader, in ritardo sulla concorrenza.

La politica di rimessa dell’azienda nipponica sembra denunciare una volontà rinunciataria, quella di essere sì sul mercato dei lettori di libri digitali ma non da protagonista, come invece accadde con il Walkman nel 1979 con i nuovi supporti musicali dell’epoca (per i più giovani: le musicassette, inventate negli anni Sessanta). E sì che il primo ereader a inchiostro elettronico a essere mai stato venduto fu il Sony Librie nel 2004 (in Giappone) tre anni prima dell’avvento del Kindle.

Vi invito poi a leggere l’altra informazione fornita dal volantino, non manca molto all’apertura delle scuole mentre sto scrivendo: “Dall’anno scolastico 2012/2013 tutti i libri di testo scolastici dovranno essere obbligatoriamente essere disponibili e scaricabili anche in formato elettronico compatibili con tablet e e-reader”. E allora perché non comprarsi un lettore se servirà forse al figlio o alla figlia? Potrebbe essere una buona idea.

Annunci

1 Commento

Archiviato in vita quotidiana

Paolo Colagrande, Kammerspiel, c’è più sugo a leggere una storia del Bisi che una rivista culturale

Kammerspiel di Paolo Colagrande

Kammerspiel di Paolo Colagrande
ALET Edizioni, maggio 2008, 3,90 €
Reading Life: 6 ore di lettura, 30 minuti ogni sessione, 667 pagine girate.

«Finché senza volerlo ti ritrovi nascosto dentro qualcuno che non sei più tu ma che ti tocca far finta di essere».

Solo una piccola parte del catalogo ALET – casa editrice di Padova appartenente alla Fandango da febbraio 2012 – è reperibile su Bookrepublic e altre librerie on-line, per fortuna Fìdeg e Kammerspiel di Paolo Colagrande sono tra gli ebook già disponibili: Dioblù (Rizzoli 2010) per dire, ancora no. Ecco, io vorrei fosse più prolifico questo piacentino di professione avvocato e mi piacerebbe sapere il Bisi – protagonista e narratore – come se la passa “oggi”, come sta l’Emilia, il bambino Ale e la bimba Rita (che è appena nata). Avrete capito che a me le tematiche spiccatamente Kammerspiel con derive Biedermeier piacciono ai livelli.

Lascia un commento

Archiviato in ebook recensioni