Archivi tag: kobo ereader

Kobo alla campagna d’Italia, quali ereader troveremo in libreria?

Come ci ha insegnato Douglas Adams: "Niente panico". Anche se i venditori di ebook reader bussano alla porta

“Niente panico”, anche se i venditori di ebook reader bussano alla porta

Queste poche righe nascono dalla lettura del breve post di Antonio Tombolini intitolato “Anche Feltrinelli abdica nel digitale a Kobo, chi è il prossimo?”. È cosa nota, Librerie Feltrinelli da metà ottobre 2013 distribuirà i lettori digitali Kobo nei propri punti vendita, trovate su questo blog un’intervista all’ufficio stampa de laFeltrinelli dove provo anch’io a capirci di più su come funzionerà questo accordo.

Tombolini conclude il post con la domanda “Cosa farà Internet Bookshop Italia?”, forse retorica dato che IBS (che possiede anche Libraccio) ha sì aperto negli ultimi anni dieci librerie a proprio marchio ma è essenzialmente una libreria on-line e dunque; o l’azienda condotta da Mauro Zerbini – amministratore delegato di IBS, qui un video per conoscerlo meglio via Largo Consumo – si farà comprare o continuerà per la sua strada alla Amazon e tenterà di imporre, almeno ai suoi utenti più affezionati, il proprio lettore digitale Leggo.

Piuttosto c’è da chiedersi cosa faranno Arion, Librerie Coop, ElleDici, Giunti, Guida e San Paolo/Paoline, Ubik (mi rifaccio in parte all’elenco stilato da Michele Rak in “Mercato e romanzo. Generi, accessi, quantità”, 2007) – ovvero le catene di librerie fisiche con più di dieci punti vendita in Italia – ancora prive di accordi con un produttore di ereader internazionale. Quel che è sicuro è che l’espansione di Kobo in Europa continua, vedi Spagna (accordo con la catena La Central) e chissà, forse l’anno prossimo, Russia…

Tuttavia, perché anche se stiamo abdicando allo straniero (?) è meglio trovare un ebook reader in libreria che non trovarlo? Perché un ebook reader è fatto per leggere e in quanto tale è già di per sé un incentivo alla lettura. Ora, non so se abbiate mai fatto esperienza di un lettore digitale in un negozio di elettronica. È sconcertante. Spesso sono nascosti dalle parti delle stampanti e se esposti sono invece non configurati, tanto che è impossibile farsi un’idea del loro funzionamento.

Se i libri nella GDO (Grande Distribuzione Organizzata) si “vendono da soli” – sono sullo scaffale, assortimento non certo vasto quanto quello di una libreria normale ma sufficiente, li sfogli, guardi il prezzo e se ti convince lo porti a casa – vendere ebook, e soprattutto lettori digitali, richiede uno sforzo in più che al momento non mi sembra sia la priorità per i megastore come MediaWorld – felice di sbagliarmi se qualcuno avesse la bontà di commentare questo post.

In un mondo ideale (e a volte capita anche nella nostra imperfetta realtà, vedi nel Milanese con il CSBNO, il Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest ma potrei fare altri esempi) ci insegnerebbero in biblioteca sin da piccoli a usare un ebook reader ma, dato che siamo un popolo che ama i centri commerciali più di quelli culturali, non è forse un male trovare in negozio – di libri, nello specifico – chi ci sappia dare una mano ad accostarci agli ebook senza timori, come avviene oggi nelle librerie Mondadori e Feltrinelli.

Immagine | The Hitchhiker Guide to the Galaxy

Lascia un commento

Archiviato in scelte difficili

Estate di promozioni e anche Kobo oltre che nelle Librerie Mondadori si vende da Mediaworld

Un'estate a tutto ereader? Mediaworld ci crede con Trekstor, Kobo e Sony

Un’estate a tutto ereader? Mediaworld ci crede con Trekstor, Kobo e Sony

Il maggior ostacolo per un prodotto nuovo è la scarsa visibilità, per arrischiare un’equivalenza, in un paese come il nostro dove se non “passi” in TV ti conoscono in pochi per un prodotto elettronico se non sei negli ipermercati non puoi sperare di vendere chissà quante unità. Nell’ultimo volantino della catena di elettrodomestici Mediaworld valido dal 6 al 23 giugno ho quindi trovato con sorpresa anche l’ereader che uso io e di qui avrete capito sono un fan 🙂 Il mio stupore era dovuto al fatto che fino a maggio Kobo non si trovava che da Unieuro, che continua a venderlo (vedi immagine con lo sfondo giallo sotto) a 99,99 euro senza promozioni.

Avrei dovuto capirlo perché qualcuno di voi era arrivato su questo blog cercando mediaworld+kobo ma ci ho messo un po’. Ho addirittura chiamato il punto vendita più vicino a casa per sapere se oltre on-line erano disponibili anche in negozio ma sapete com’è quando chiamate uno di questi megastore… non ti risponde quasi mai nessuno, come nel mio caso. Passerò in questi giorni a verificare di persona. Altro particolare interessante, è in vendita presso Mediaworld tutta la gamma dei lettori Kobo, esattamente come nelle Librerie Mondadori: Mini, Touch, Glo, Aura HD e pure il tablet Arc (da Unieuro ancora no).

Kobo-Unieuro

Per chi vuole avvicinarsi alla lettura elettronica Mediaworld fa ai suoi clienti la classica “offerta che non potrà rifiutare”. Pagando il Kobo Touch 99,99 euro – il suo prezzo, nulla di più nulla di meno – fino a domenica 23 è abbinato un buono da 20 euro – da spendere entro il 30 giugno – per acquistare titoli presenti nella libreria on-line della catena: www.net-ebook.it. Kobo non è sola perché tale offerta si applica ad altri due modelli di ereader, il Trekstor eBook Reader Pyrus (69 euro) e il Sony e-Reading PRS-T2 (119 euro). Un ottimo modo per comprare il Kobo a ottanta euro circa con tre o quattro ebook e per Mediaworld di far conoscere il suo store dedicato ai libri elettronici.

Se le offerte di questo tipo possono essere viste come un modo per svuotare i magazzini – il Kobo Touch è un ereader del 2011, il Sony PRS-T2 e il Trekstor Pyrus del 2012 – da segnalare è la caduta dei prezzi che grazie a questi buoni Mediaworld ha operato, persino il Sony in questo modo (criticato proprio per il suo prezzo fuori mercato) arriva a costare poco meno di cento euro. È il momento buono per comprare un ereader? Al solito alla tecnologia non si sta dietro, ad esempio è atteso quest’estate l’annuncio di un nuovo Kindle – in Germania il modello base di Amazon è già stato ribassato a 69 euro come leggiamo su www.ebookreaderitalia.com –, tuttavia ci farei un pensierino a un Kobo sotto l’ombrellone 😉

Aggiornamento 09/06/2013: Come annunciato ho fatto un giro nel negozio Mediaworld più vicino e confermo la presenza negli store dei Kobo Touch (in quello dove sono andato io una decina tra bianchi e neri). Nulla da fare invece per quanto riguarda gli altri modelli, almeno a sentire l’addetto al reparto computer che ho interpellato – ma non ha neppure controllato a terminale se e quando potevano arrivare. Nel momento in cui scrivo, oltre al Touch, è diposnibile sul sito di e-commerce di Mediaworld anche il Mini (mentre l’Aura HD e l’Arc risultano non disponibili).

Immagini | Volantini Mediaworld e Unieuro

3 commenti

Archiviato in scelte difficili

Kobo Glo in vendita a ottobre in Europa e in Italia quando?

A inizio ottobre Kobo Glo e Kobo Mini in vendita nel Regno Unito e non solo

Kobo Glo, tra gli ereader illuminati è quello cui piace andare più in giro. Mentre il Kindle Paperwhite rimane al momento acquistabile solo negli Stati Uniti – come Amazon ama fare, USA first – in questi giorni sono state aperte le prenotazioni per il nuovo Kobo in Australia (e Nuova Zelanda), Francia, Regno Unito e Olanda – i francesi l’avranno in consegna il 15 ottobre, olandesi e britannici già dal 1° ottobre.

Mi ha fatto sorridere il post di Brian Corrigan, Local Fans Miss Out on Kindle, uscito sul “Financial Review” di oggi, sottolinea, non senza ironia come di solito gli australiani siano dimenticati dai grandi player internazionali quando introducono un nuovo gadget tecnologico; come potete vedere sotto non è il caso del Kobo Glo, Kobo Mini e Kobo Arc che è già possibile prenotare tramite la catena Collins Booksellers.

E che i fan degli ereader di Jeff Bezos siano davvero delusi che il Kindle Paperwhite, non solo in Italia ma in tutto il mondo (USA esclusi), non sia nemmeno pre-ordinabile – cosa gli costava? – lo scrive tra gli altri anche Candido Romano sull'”International Business Time” affermando “il perché di questa bizzarra scelta da parte di Amazon è tutt’ora un mistero” (qui l’articolo completo). Dimostra inoltre come non sia facile agire su scala globale.

Va beh, in alcune nazioni sono già prenotabili tutti, in altre solo il Mini e il Glo… non è ben chiara nemmeno la strategia di Kobo ma è ammirevole come rispetto ad Amazon guardi oltre l’America settentrionale e abbia già un piede in Europa e un altro in Oceania. Certo spiccano i grandi assenti: Germania, Italia (hey Mondadori quando si parte?) e Giappone. Solo questione di giorni? Staremo a vedere.

Aggiornamento 10/09: a leggere il post di David Flynn  “New Kindle Fire HD tablets, ereaders hit Australia next month” sull'”Australian Business Traveller” di oggi la nuova gamma di Kindle, Paperwhite compreso, sarà acquistabile in Australia a partire dalla seconda settimana di ottobre. Tra un mese sapremo se è vero, altri sostengono che dovremo tutti attendere primavera 2013.

Aggiornamento 13/09: è possibile preordinare il Kobo Glo (tutti e quattro i colori, non solo nero!) a poco meno di 130 euro anche in Germania sul sito www.redcoon.de come già in passato era accaduto per il Kobo Touch (ancora disponibile e con il nuovo prezzo ribassato: 98,98 euro); in preordine pure il Kobo Mini a 79,99 euro. Nessuna traccia sul sito tedesco del tablet Kobo Arc.

Aggiornamento 01/10: Mondadori ha annunciato che Kobo Glo (129 euro) e Kobo Mini (79 euro) saranno disponibili nelle librerie della sua catena a partire da metà ottobre, il Kobo Touch già da domani, martedì 2 ottobre, a 99 euro. E il Kobo Arc? Proverò a chiedere all’azienda se ha intenzione di portare il tablet Kobo in Italia prima di natale e vediamo cosa risponderà 😉

Immagini | Schermate dei preordini del Kobo Glo in UK, Australia e Germania

1 Commento

Archiviato in eventi salienti